Pensieri di Michele Siviero
“ ATTIMI PRIMA DELLA TEMPESTA “

Udii un rombo in un silenzio incantato
Tracimano le nuvole dentro altre nuvole
Gli odori svaniscono
I colori si amplificano fino a diventare corpi
Una leggera brezza annuncia che è arrivato il momento
Spalanco gli occhi e mi sento parte di quella natura,
dove la ragione cede il passo alla bellezza tenebrosa e solenne
L’uomo è debole poiché subisce quel fascino oscuro,
ma al tempo stesso grida gioia perché da quel nulla da alito al sentimento
Le luci abbagliano poi urlano e poi spaventano
Tutto coincide nel suo perpetuo divenire
Non si vede più nulla
Solo il frastuono della pioggia che sgorga copiosa senza nome.

Luglio 2011

Davanti ad uno specchio si può scoprire il vero aspetto della nostra apparenza,
davanti ad un’opera d’arte si può scoprire il vero aspetto della nostra sostanza!